Condomix si butta sullo sport, arrivano I Beach Buster

beach-buster-800-400

Si presentano grandi e grossi, sono i Beach Buster, rugbisti da spiaggia!

D’estate si sa, per uno sportivo è importante non perdere la forma! Anche quella sotto le lenzuola!

Scherzi a parte la prima volta che li ho incontarti mi hanno spiegato un pò la loro filosofia e quello che volevano fare!

Il movimento rugbistico è uno tra i più attivi di tutto il panorama
italiano sportivo. Grazie alla visibilità guadagnata dalla Nostra
Nazionale, sempre più gente comincia ad avvicinarsi a questa
fantastica disciplina.
Solo in Veneto, c’è un praticante ogni 450 residenti.

I Beach Busters sono un’Associazione Sportiva
Dilettantistica impegnata nella promozione e nella
diffusione dello sport del Rugby e dei suoi Valori.
Il nostro obiettivo principale è di promuovere il ruolo
del Rugby Estivo, partecipando a tornei di Beach
Rugby, Rugby Seven e Rugby Touch.
Come associazione, inoltre, siamo regolarmente
iscritti al registro CONI e affiliati allo CSEN, ente
nazionale di promozione sportiva.

I Beach Busters non potrebbero esistere senza il forte
senso di Condivisione che ne ha da sempre animato
il gruppo.
I valori su cui abbiamo costruito e fondato la nostra
associazione sono quelli dell’Amicizia, dell’Impegno
e del Rispetto.
Sono elementi imprescindibili per il raggiungimento
dei nostri obiettivi e per sostanziare quel Valore
basilare cui tutti pensano quando si chiama in causa
lo sport e il Rugby: il Divertimento.
La nostra missione è quella di dare corpo ad
un’emozione, che solo nel gioco e attraverso il gioco
può essere espressa.

Il mondo e il patrimonio culturale cui facciamo
riferimento sono ricchi di tradizione. Ma il
rispetto che essa merita, non impedisce al
rugby di innovarsi, cambiare e crescere.
Caratteristiche, queste, che sono proprie della
sua più profonda essenza.
Così come vuole la leggenda, lo sport del rugby
nacque come gesto di ribellione e di rivalsa
contro le regole e i costumi d’uso, quando un
adolescente sfrontato invece di continuar a
calciare la palla con i piedi, la prese tra le mani
e cominciò a correre verso la porta avversaria.
Era il 1823, e quasi duecento anni dopo, lo
stesso spirito rivoluzionario rimane nei cuori
di tutti i rugbisti. Compresi i nostri.
Una rivoluzione visibile e palpabile in tutti quei
valori di cui il rugby è testimone.

Se il rugby è una religione, il Terzo Tempo è il momento
della comunione. Compagni di squadra e avversari
svestono i ruoli di circostanza e lasciano che qualche
buona pinta pensi a lenire le ferite rimediate sul campo.
Il Terzo Tempo è il momento della condivisione, durante
il quale nascono nuove amicizie e si cementano vecchi
legami.
Il Rugby Estivo incarna appieno questa volontà di
socializzazione.
Anzi, proprio questi tornei, pur mantenendo un forte
agonismo e grande appeal per il risultato, sono un
Terzo Tempo ininterrotto.
Una grande festa, in cui i giocatori divertono e si
divertono.
Un rito che porta con sé materiale per tanti bei ricordi.

Queste le date dei tornei quest’anno

Questa la loro Fan Page

 

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

2 × 3 =